Sta per partire la carica dei giovani cavalieri toscani per Piazza di Siena in programma dal 24 al 28 maggio a Roma. Domenica 7 maggio presso le strutture dell’Arezzo International Horse si terranno le selezioni per il Master delle Associazioni 2017.
I tecnici regionali Matteo Giunti per i cavalli e Cristian Pitzianti per i pony stanno inoltre visionando i binomi che rappresenteranno la Toscana al prestigioso concorso romano.
In settimana si è poi tenuto, sempre negli impianti dell’Arezzo International Horse, uno stage con il tecnico federale Giorgio Nuti al quale hanno partecipato i migliori giovani cavalieri toscani.
“Ho visionato molti young riders – ha detto Nuti – tanto che abbiamo dovuto dividerli in due gruppi. E devo dire che gli istruttori toscani hanno fatto un buon lavoro, non ho avuto problemi a far loro svolgere gli esercizi che volevo. Ed ho visto in questi giovani molta voglia d’imparare. Si vede che lavorano bene tutto l’anno e che sono pronti a recepire nuovi insegnamenti.”
Insieme a Nuti anche l’istruttore toscano Andrea Franchi, che è stato chiamato a collaborare con il tecnico federale per il settore giovanile.
“Lo stage è andato benissimo – dice – e penso che lo abbiamo constatato gli stessi istruttori. I ragazzi si sono dimostrati attenti e disponibili. Il livello dei giovani cavalieri toscani è molto buono. Abbiamo dei junior veramente notevoli, mentre riguardo ai children dobbiamo ancora fare un po’ di lavoro, ma stanno venendo su molto bene.”
A seguire lo stage anche i consiglieri regionali Matteo Fantozzi e Gualtiero Bedini.
“L’impressione avuta da questo stage è ottima – dice Fantozzi – Giorgio Nuti lavora con grande passione e dedizione. Ho visto ottimi ragazzi con dei buoni cavalli. Lo stesso Nuti è rimasto colpito dalla quantità e dal buon livello dei nostri giovani. Penso che abbiamo buone speranze per una stagione importante.”
“I giovani toscani stanno andando forte – dice Bedini – abbiamo young rider tra i primi dieci della computer list, mentre gli junior sono in grande crescita. Nello stage mi sembra che si andato tutto per il meglio. Per Giorgio Nuti parla la sua carriera come cavaliere e come tecnico. Penso che ci sono tutti i presupposti per fare bene con i nostri tecnici regionali Matteo Giunti e Cristian Pitzianti che sapranno interagire al meglio con i tecnici federali e guidare i nostri ragazzi. Lo scorso anno abbiamo avuto tre giovani toscani ai Campionati Europei, speriamo quest’anno di fare ancora meglio.”
Allo stage con Nuti ha partecipato tra i tanti giovani toscani anche Camilla Franci, che fa un po’ da portavoce di tutti i suoi compagni.
“Sono rimasta molto soddisfatta di questo stage – dice – lavorare con Nuti è molto bello. Sa richiamare l’attenzione, ti spiega le cose con molta calma. Si riesce a capire tutto.”